congresso ust

personal2 scritta grande bicolore

Immagine 2limmagine 1lIn questi giorni sta girando su Internet l’ennesima notizia completamente fasulla relativa al contratto della sanità.

Nulla di nuovo sotto il sole si dirà. Ebbene, invece la cialtroneria (la dabbenaggine?) in questo caso ha raggiunto vette mai viste.

E’ così che un titolo già volutamente truffaldino che però nel sito aveva ancora il punto interrogativo, nel momento in cui viene condiviso su facebook “magicamente” perde questo punto interrogativo e diventa (cerca di diventare…) una certezza granitica.

Ma le RSU sono una cosa seria  e non  il giochino "trova la differenza"!

Non è possibile falsificare la realtà alle spalle dei colleghi per qualche voto in più.

L'articolo, contrariamente a quello che fa capire nelle prime righe (che sono quelle che leggono tutti...) non solo non si riferisce al contratto della sanità ma a quello delle funzioni centrali, ma soprattutto dice che la corte dei conti HA APPROVATO il ccnl) .

L’unica domanda che ci si può porre a questo punto è: ma quanto sono disoneste le persone che scrivono queste cose?

E il corollario della domanda però è: quanto possono farsi prendere in giro certi colleghi che abboccano a qualunque bugia pur di sfogare il proprio stress?

E qual è il compito di un sindacalista? Dire qualunque bugia pur di raccattare qualche iscritto (o voto!) in più, o forse invece dire la verità e fare gli iscritti solo sulla base dell’attività svolta e dei propri meriti?

Ad Asti abbiamo anche visto qualcuno vantarsi di avere contrattato i passaggi di fascia nonostante quelle stesse persone avessero abbandonato la trattativa perché non erano d’accordo e abbiano firmato l’accordo sui passaggi di fascia da buone ultime e solo un paio di giorni dopo (tutto documentato e documentabile…), ma un conto è vantarsi di risultati raggiunti da altri, un altro screditare i risultati raggiunti da altri o raccontare bugie di sana pianta.

Ai dipendenti (che riteniamo persone intelligenti) diciamo: non fidatevi dei titoli che trovate su internet solo perché vengono pubblicati da un collega!

Quantomeno leggete il contenuto dell’articolo, e se poi avete dei dubbi, confrontatevi anche con chi vi dice il contrario. Potreste scoprire che il “collega” di cui vi fidate ciecamente vi sta menando per il naso…

Il nostro giornale

 

La CISL FP ti protegge

 

Volantino colpa grave 2

Come funzione l'assicurazione

Video